• Simone Avsim

Sarri post Napoli-Juventus: "Siamo stati determinati e concentrati"


La conferenza stampa integrale di Maurizio Sarri post Napoli-Juventus 0-0 (4-2 dcr) finale di Coppa Italia Coca-Cola, mercoledì 17 giugno 2020


Sarri: "Penso che a livello di determinazione noi c'eravamo, abbiamo fatto una partita di applicazione, la squadra è sempre rimasta piuttosto corta e compatta e questo non lo puoi fare se non hai un buon livello di concentrazione e di determinazione. Siamo una squadra abituata a risolvere le situazioni con delle giocate individuali dei giocatori, quindi per abitudine sono giocatori che vogliono la palla addosso, sono abituati a risolvere le situazioni,, cosa che in questo momento per mancanza di brillantezza fisica, di guizzo, ci rende difficile poi trasformare in pericolosità la mole di gioco che facciamo. Penso che il nostro problema in questo momento sia essenzialmente quello. Poi sbagliare un calcio di rigore per mancanza di cattiveria mi sembra molto giornalistico... il rigore lo sbagli tecnicamente e basta. Rimane la rabbia la delusione, perché l'anno scorso ho lasciato la coppa d'Inghilterra all'ultimo rigore e quest'anno lascio la Coppa Italia ai rigori. Ai rigori la delusione, la rabbia è più forte perché hai sempre la sensazione che la lotteria premi o punisca in maniera molto più casuale di quello che potrebbe e dovrebbe essere. Se uno deve perdere una finale forse è meglio perderla durante i minuti regolamentari che durante i rigori. Mi dispiace per i ragazzi, per i tifosi, per la società: un trofeo è sempre un trofeo. Speriamo di trasformare in voglia e in fame questa delusione".

"Non sono d'accordo che la Juve sia sgonfia e senza anima. La Juve ha fatto gioco, ha messo sotto le squadre, anche stasera la supremazia territoriale era nettamente a nostro vantaggio. Abbiamo questa problematica momentanea: i giocatori sono abituati ad avere guizzi e facilità nell'andare a saltare l'uomo e risolvere la situazione, andare alla conclusione dopo aver saltato l'avversario. In questo momento fanno fatica a farlo. Se si pensa di stare tre mesi fermi e ripartire ed essere brillanti e di ritmo, penso che di squadre sgonfie da qui alla fine ne vedrai tante. Ora si comincia a giocare in un periodo in cui, al di là della condizione fisica che non è ottimale per noi ma non è ottimale per nessuno, perché io stasera ho visto una partita a basso ritmo da parte di tutte e due squadre, non da parte nostra e basta, da qui in avanti le temperature saranno ancora più alte, quindi cresce la condizione fisica ma i ritmi cresceranno poco, perché il caldo andrà a incidere. Ne vedremo molte di squadre sgonfie. Se riusciamo a salire dal punto di vista fisico nelle prossime due settimane, con l'applicazione tattica che abbiamo avuto sia nella partita contro il Milan sia stasera, nel senso che la squadra riesce anche in fatica, anche senza gamba, è particolarmente brillante a rimanere compatta, penso che possiamo venire fuori piuttosto bene".

"Ronaldo in questo momento ha dei buoni numeri a livello di quantità di corsa, forse i migliori della stagione, e questo è sintomo che si è allenato molto, ma ha dei numeri non abituali per lui a livello di qualità della corsa, di accelerazione, di velocità massima raggiunta e di numero di accelerazioni: questo purtroppo è normale per disabitudine alle partite, alle situazioni tipiche da campo. Visto che la quantità c'è, penso che sia molto transitorio, farà piuttosto veloce. Abbiamo anche altre situazioni, un giocatore come Douglas Costa che oltre al lockdown ha avuto continue interruzioni durante la stagione, Paulo Dybala che ha fatto 50 giorni di positività al COVID. Le situazioni nei giocatori per noi determinanti, perché sono giocatori abituati di andare a risolvere individualmente le situazioni, non è così semplice".

"Il Napoli ha vinto meritatamente perché ha tirato i rigori molto meglio di noi. Durante la partita ho visto due squadre sotto ritmo e con grande difficoltà a rendersi pericolose. Una partita che dopo mezz'ora ha cominciato a dare la sensazione di possibile 0-0. Dal punto di vista fisico sinceramente li ho visti come noi. Poi se si parla di meriti ai calci di rigore, oggettivamente li hanno calciati molto meglio di noi".

110 visualizzazioni

©2020 by Avsim. Proudly created with Wix.com