• Simone Avsim

Sarri post Juventus-Torino 4-1: "Tatticamente abbiamo avuto qualche difficoltà in più"


La conferenza stampa integrale di Maurizio Sarri post Juventus-Torino 4-1 di Serie A, sabato 4 luglio 2020


Sarri: "Peccato la squalifica di Dybala, soprattutto per come è arrivata. Abbiamo un forte rammarico per come è arrivato questo cartellino, non ho rivisto le immagini ma io dal campo sinceramente avevo avuto una sensazione nettamente diversa dell'avvenuto".


"Dal punto di vista della qualità del gioco penso che siamo in buona crescita e abbiamo ripetuto una buona partita. Dal punto di vista tattico abbiamo avuto qualche difficoltà in più nel rimanere compatti e corti, però questo ci sta giocando di pomeriggio che la stanchezza arrivi un po' prima e dia qualche difficoltà in più alla squadra a salire e scendere con la palla e allungarsi un attimino in più. Abbiamo concesso qualche spazio in più del solito tra le linee, tra la linea dei centrocampisti e la linea dei difensori".


"Su questo aspetto voglio essere chiaro: io non mi lamento di niente, sono uno che vuole molto bene al calcio italiano, vuole molto bene al nostro movimento e ho solo detto che giocare le partite a luglio a questo orario non è un bene per per il calcio italiano. Per quanto riguarda poi noi della Juventus, non eravamo assolutamente preoccupati. Come allenatore della Juventus non ero assolutamente preoccupato, pensavo che la partita potesse venire più brutta di quello che facciamo abitualmente ma questo rientra nel discorso di prima. La sensazione che abbiamo tenuto bene anche a questo orario l'ho avuta anch'io e mi sembra che nel finale eravamo in grado di accelerare più degli avversari. I segnali sono piuttosto incoraggianti in questo senso, anche se la tipicità di questo momento deve farci rimanere molto equilibrati e con i piedi per terra".


"de Ligt e dybala sono due giocatori che stavano facendo benissimo. Queste somme di ammonizioni in questo periodo possono accadere. Abbiamo delle soluzioni, non ne farei un dramma. Sono due assenze importanti ma sicuramente avremo due giocatori forti al loro posto e possiamo ovviare a queste assenze. Anche se si tratta di due giocatori forti in un momento buono".

"Bernardeschi in questo momento è un giocatore molto importante per noi: in fase difensiva è un nostro giocatore di equilibrio, ci consente di ricomporre spesso un centrocampo a 4, ci fa un ottimo lavoro in fase offensiva, è uno di quei giocatori che ci dettano i movimenti senza palla e quindi al di là del fatto che una partita possa essere spettacolare e un'altra meno, per noi è un giocatore importante in tutte e due le fasi".


"Higuain non so quanto può giocare, se 70 o 90 minuti: l'importante è che possa giocare. Vediamo cosa ci dirà la partita, quando la benzina è finita andremo a cercare altre soluzioni. Però mi sembra che anche oggi è entrato per quello che doveva fare e l'ha fatto piuttosto bene. Se la benzina durerà 50 o 60 o 70 minuti questo non lo so, non penso 90, però prima facciamogli sparare tutto, poi vediamo le soluzioni alternative".


"Davanti a questi giocatori che hanno certi numeri e che hanno fatto certe cose, hanno segnato un epoca, come Buffon, bisogna fare come abbiamo fatto noi dello staff e tutta la squadra a fine partita: poche parole, tutti in piedi e applausi. Questa è stata l'accoglienza che Buffon ha trovato negli spogliatoi e penso che sia l'unica cosa da fare, senza spendere tante parole perché di fronte a queste carriere e a questi numeri non c'è bisogno di spendere tante parole".


"C'è stata una reazione di nervosismo al rigore: la squadra pensava di avere in mano la partita, si è trovata all'ultimo secondo del primo tempo invece sopra solamente di 2 a 1. Negli spogliatoi c'erano all'intervallo molti giocatori arrabbiati. Il compito principale era quello di cercare di riportare le menti a quello che dovevamo fare e non a quello che era successo in quell'ultimo minuto. Lo sbandamento di inizio secondo tempo fortunatamente non è stato molto lungo".


"Pjanic è uscito perché era anche lui uno degli ammoniti. Nell'intervallo l'ho visto uno di quelli particolarmente colpiti da questo rigore, da questo risultato, e non volevo rischiare assolutamente niente".

122 visualizzazioni

©2020 by Avsim. Proudly created with Wix.com