• Simone Avsim

Sarri post Juventus-Lione 2-1: "Rigore folle. I ragazzi hanno dato tutto"


La conferenza stampa di Maurizio Sarri post Juventus-Lione 2-1 di Champions League, venerdì 7 agosto 2020


Sarri: "Stasera abbiamo fatto una buona partita. Partita che dovevamo rimontare, ci siamo trovati sotto su un rigore secondo me folle, non si doveva neanche entrare in area, c'era un fallo su Higuain abbastanza evidente. Lo stesso episodio del rigore mi sembra molto più che discutibile. Un arbitro sicuramente non all'altezza della situazione perché quello per noi non era un gol subito, erano due gol subiti. Siamo stati bravi a rimanere dentro la partita e a rimontare, però ci abbiamo speso tantissime energie, siamo arrivati con due o tre palle gol su colpo di testa nel finale, uno di Cristiano, uno di Higuain e uno mi sembra di Bonucci. Potevamo veramente arrivare alla qualificazione. Se dobbiamo avere delle recriminazioni è che abbiamo sbagliato il primo tempo di Lione e a questi livelli si rischia di pagarlo. Usciamo da una competizione con 8 partite fatte, 6 vittorie, un pareggio è una sconfitta. Se ci fosse una classifica in Champions saremmo primi o secondi e invece siamo fuori, questo mi lascia un'amarezza mostruosa e mi fa capire quanto sia maledetta questa competizione per la Juventus. Se non ci fosse questa grande amarezza uscirei da questa grande partita sinceramente contento, perché ho visto ragazzi rigenerati che hanno dato tutto, hanno lottato fino alla fine, hanno messo l'anima in campo, il cuore, mi sono piaciuti".


"La Juve ha fatto una buona partita. Guardando il Paris Saint-Germain contro il Lione, lì il Lione non è mai stato in sofferenza. Stasera ha sofferto molto, una squadra che ha fatto un'interruzione, una preparazione lunghissima, 7 amichevoli, una partita di Coppa, quindi ha fatto un percorso molto più logico del nostro, che dopo il lockdown abbiamo avuto 20 giorni di preparazione di cui una settimana a livello individuale e due settimane a livello collettivo, con giocatori che dovevano finire la quarantena. Dal 12 di giugno al primo di agosto abbiamo fatto 14 partite, loro hanno un percorso preparatorio molto più logico del nostro".


"Ho visto una squadra rigenerata negli ultimi 5-6 giorni. Stasera il dispendio mentale per una squadra che deve recuperare e prende un rigore così, può andare completamente fuori di testa. Quindi vuol dire che la squadra è rimasta lucida, spendendo tante energie nervose e mentali, ma è rimasta in partita arrivando a un soffio dalla qualificazione. Per noi non era un rigore, era come subire due gol perché poi alla fine siamo andati fuori per quel rigore lì, non era un aspetto da poco nell'arco della qualificazione. I ragazzi ci hanno creduto fino in fondo in un momento in cui potevano anche mollare".


"Non posso anticipare quello che dirò al presidente. Vorrei parlare prima con il presidente. Non mi aspetto niente dalla riunione con la dirigenza, vado a casa inferocito perché siamo stati eliminati. Poi nei prossimi giorni parleremo, ci saranno delle valutazioni e ognuno dirà la sua".

84 visualizzazioni

©2020 by Avsim. Proudly created with Wix.com