• Simone Avsim

Sarri: “Dobbiamo migliorare nell’occupazione dell’area”

La conferenza stampa di Maurizio Sarri pre Roma-Juventus, 11.01.2020

Foto: @juventusfc su Twitter

Sarri: “La partita è una partita difficile e dobbiamo andare a ricercare continuità in un periodo. Dobbiamo cercarla all’interno delle partite perché spesso ne abbiamo fatte con spezzoni diversi di interpretazione. Ora che sembriamo in miglioramento da questo punto di vista dobbiamo andare alla ricerca della continuità di periodo e quindi dobbiamo proseguire in quello che di buono abbiamo fatto con il Cagliari. Chiaramente il livello degli avversari è un livello elevatissimo, la partita molto probabilmente sarà diversa. A livello di rotazione, per anni mi hanno indicato come uno che non cambiava mai, adesso mi viene chiesto di fare meno rotazioni… Può darsi, le rotazioni verranno naturali visto che abbiamo una settimana con tre partite”.

“Se riascoltate le dichiarazioni che ho fatto a inizio campionato, ho indicato Fonseca tra le novità della stagione, perché lo avevo visto con lo Shakhtar, una squadra estremamente propositiva che giocava un calcio assolutamente di livello europeo. Mi aspettavo quello che sta facendo, che desse una bella impronta alla sua squadra. Mi sembra che stiano lavorando bene, con periodi anche difficili con tanti infortuni. È riuscito Fonseca lo stesso a dare una bella impronta a questa squadra, un allenatore di grandissimo livello”.

“Se vogliamo andare in pressione e loro giocano con la difesa a tre, ci cambiano i movimenti offensivi. Ormai abbiamo trovato diverse situazioni in cui siamo andati a giocare contro la linea tre, quindi penso che la squadra sia pronta a tutte e due le soluzioni da parte degli avversari, non sarebbe una novità”.

“Il vuoto che si crea in area di rigore in assenza di Higuain dipende dalle caratteristiche dei nostri giocatori. Quando giochiamo con Dybala e Cristiano, Cristiano è un giocatore che per caratteristiche parte decentrato e Dybala per caratteristiche viene molto incontro alla palla, viene molto a giocare anche lontano dall’area di rigore. Quindi una situazione in cui abbiamo delle qualità tecniche straordinarie ma rischiamo di essere assenti per via centrali. Bisogna diventare più bravi con altri giocatori ad attaccare le zone che loro liberano costantemente. Higuain va a risolverci per caratteristiche quel tipo di situazione. Penso che in tutti i casi il nostro potenziale offensivo è elevatissimo, possiamo migliorare nello sfruttarlo”.

“La squadra come regalo può farne solo uno: portare punti, portare prestazioni. Ma lo deve fare indipendentemente da tutto e da tutti. Io ho un’età in cui il compleanno comincia a rimanermi un po’ pesante, l’ultima cosa che mi viene in mente alla mia età è chiedere regali per il mio compleanno”.

“La Roma è una squadra che ha tanti giocatori tecnici di grande gamba, di grande accelerazione. Una squadra che strappa nel momento in cui riconquista la palla, è una squadra che si può anche allungare ma porta costantemente ad allungarsi anche gli avversari e fa venir fuori una partita con continui capovolgimenti di fronte. In quei continui capovolgimenti la Roma diventa pericolosissima. Il grande rischio della partita è quello di farsi allungare, di farsi spaccare in due tronconi dagli avversari e di lasciare venir fuori una partita in cui loro sono fortissimi”.

“de Ligt comincia a stare meglio, sembra sia in fase di risoluzione il problema, il piccolo acciacco al pube che lo ha condizionato negli ultimi tempi. Gli rimane il piccolo acciacco alla spalla, che speriamo di risolvere velocemente. La sensazione in allenamento è che stia tornando sui suoi livelli abituali”.

“Quando una squadra riesce ad avere continuità di lavoro con lo stesso allenatore per anni, vengono fuori dei benefici enormi. Con la continuità di filosofia, con la continuità di lavoro i giocatori possono crescere a dismisura e quindi il mercato diventa meno rilevante. In Italia è sempre difficile fare dei programmi a lunga scadenza, è più facile in altri paesi. Il Liverpool è una società di livello mondiale, eppure hanno avuto la pazienza di arrivare undicesimi il primo anno e ottavi il secondo anno. Poi sono stati ripagati in maniera abbondante. Non so se in Italia questo tipo di percorso sarebbe possibile, è una questione di mentalità penso”.

“Non devo sforzarmi ad adattarmi nella gestione dei giocatori. A Napoli avevo una situazione è ho valutato che quella situazione andava gestita in quel modo, in quel momento in quella squadra era determinante dare una grande continuità a livello di formazione. Qui possiamo fare in maniera diversa, al Chelsea abbiamo dovuto fare in maniera diversa. Quindi non devo fare nessuno sforzo, è la logica conseguenza di una situazione completamente diversa rispetto alle precedenti, niente più di questo. Se cambio un paio di giocatori tra una partita e l’altra, due o tre, penso vista la qualità dei giocatori che ho disposizione quest’anno che può cambiare qualcosa per caratteristiche individuali dei giocatori, ma non molto per filosofia di gioco. Se poi in una partita vado a cambiarne 8 o 9 contemporaneamente, qualcosa può rallentare a livello di sviluppo di quello che vogliamo fare. Però se vai a ruotarne due o tre a partita penso che una fisionomia di squadra ben definita possa venir fuori lo stesso”.

“Ramsey può entrare in area, chiunque giochi da trequartista in questo momento quando davanti dici sono Dybala e Ronaldo può trovare spazi da attaccare con facilità. Poi ci sono giocatori che per caratteristiche riescono a farlo facilmente e ci sono giocatori che fanno più difficoltà proprio per caratteristiche individuali. Penso che c’è la possibilità di diventare più bravi ed approfittare degli spazi che Dybala e Ronaldo aprono continuamente. Khedira è uno che per caratteristiche individuali ha questa predisposizione, però poi abbiamo dentro il giocatori come Rabiot che possono migliorare molto nel farlo, avrebbe anche le caratteristiche per poterlo fare”.

#mauriziosarri #sarri #paulofonseca #romajuveformazioni #romajuve #conferenzastampa #ramsey #romajuventus #tatticasarri #romajuventusformazioni #asroma #sarritattica #rabiot #romajuventusprobabiliformazioni #tatticajuventus #higuain #ronaldo #conferenzastampasarri #romajuveprobabiliformazioni #roma #tatticajuve #sarritactics #deligt #sarriconferenzastampa

0 visualizzazioni

©2020 by Avsim. Proudly created with Wix.com