• Simone Avsim

Napoli festeggia contro le regole. L'incoerenza dei governanti ||| Speciale Avsim


Sono andati avanti per tutta la notte i festeggiamenti della città e del popolo di Napoli dopo la vittoria contro la Juventus in finale di Coppa Italia. Caroselli, clacson, bandiere, cori. Ma soprattutto assembramenti. In 3 o in 4 sui motorini senza casco, tutti riversi in strada ravvicinati e senza le mascherine, ad accerchiare le auto dei calciatori appena rientrati da Roma. Il tutto con il plauso degli amministratori, come il governatore della Campania Vincenzo De Luca che, dopo aver prorogato fino a domenica 21 giugno l'ordinanza che rende obbligatorio l'uso della mascherina anche negli spazi aperti, ha celebrato il trionfo partenopeo con un tweet. Stessa cosa da parte del ministro dello sport Vincenzo Spadafora e di Luigi Di Maio, entrambi al motto di "forza Napoli". Nessuno si augura nuovi focolai, ma dopo le restrizioni e la retorica dei mesi scorsi si è persa ogni credibilità. Anche da parte dei giornalisti, come la Rai che in diretta ha definito quelle scene di piazza "meravigliose".



0 visualizzazioni

©2020 by Avsim. Proudly created with Wix.com